Politica: CasaPound Chieti, duro attacco alla giunta Di Primio, striscioni nella notte contro l’amministrazione cittadina.

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-0/p75x225/15327242_1270897106283076_6873218456984620121_n.jpg?oh=9d820ae24301d9fa88f7d423cabd1a57&oe=58AF577B

Chieti, 9 Dicembre – 'Giunta Di Primio vergogna di questa città' , 'Chieti è giunta alla rovina: colpa della politica cittadina'. Questi gli striscioni affissi nella notte da CasaPound Italia, che sferra così un duro attacco frontale alla giunta Di Primio e all'amministrazione cittadina.

"Abbiamo ormai ampiamente superato il nostro limite di sopportazione – afferma Francesco Lapenna, responsabile cittadino del movimento – da ora in avanti non siamo più disposti a concedere tregua o quartiere ai nemici di questa Città che viene lasciata morire con il tacito assenso dei nostri amministratori, i quali non hanno la volontà né tantomeno le capacità per risolvere una situazione a dir poco drammatica".

"Giorno dopo giorno – continua Lapenna – Chieti subisce un vero e proprio saccheggio: uffici, attività, risorse, servizi scompaiono nel completo silenzio di un'amministrazione comunale incapace di qualsiasi scatto d'orgoglio e totalmente inadeguata ad affrontare una battaglia vitale per la sopravvivenza della Città".

"È ora di mettersi in prima linea per combattere la mala gestione e l'immobilismo che stanno letteralmente strangolando la nostra amatissima Chieti – conclude la nota – se l'amministrazione comunale dorme, l'opposizione non è da meno.
Non possiamo più delegare ad ignavi ed incapaci le decisioni che riguardano il nostro futuro: questo è solamente l'inizio di una guerra senza quartiere ai nemici di Chieti che presto assumerà toni sempre più duri e al contempo propositivi.
Il nostro è un richiamo per tutti gli uomini liberi che come noi non si arrendono al deserto che questa Città è in procinto di diventare; le soluzioni esistono e sono molto più semplici di quanto vogliano farci credere: bisogna solo avere il coraggio di lottare. E noi saremo sempre in prima linea".

Categoria(e): Comunicati Stampa

I commenti sono chiusi